Diritto Mirato

COS'È IL DIRITTO MIRATO

Il “Diritto Mirato” è una misura di Politica Attiva che ha l’obiettivo di favorire il miglioramento delle capacità e le conoscenze dei lavoratori somministrati, in un’ottica di Lifelong Learning, per agevolare la spendibilità e il reinserimento nel mercato del lavoro

I percorsi vengono progettati sulla base del fabbisogno formativo dello specifico lavoratore, nonché valutando la necessità di adeguamento delle competenze delle persone, alle richieste dei settori lavorativi di riferimento o di determinati scenari socio-economici previsionali

Gli interventi finanziati all’interno di questa tipologia formativa mirano all’acquisizione di competenze di base, trasversali o specialistiche o specializzazioni legate alle singole figure professionali

COS'È IL DIRITTO MIRATO

Il “Diritto Mirato” è una misura di Politica Attiva che ha l’obiettivo di favorire il miglioramento delle capacità e le conoscenze dei lavoratori somministrati, in un’ottica di Lifelong Learning, per agevolare la spendibilità e il reinserimento nel mercato del lavoro

I percorsi vengono progettati sulla base del fabbisogno formativo dello specifico lavoratore, nonché valutando la necessità di adeguamento delle competenze delle persone, alle richieste dei settori lavorativi di riferimento o di determinati scenari socio-economici previsionali

Gli interventi finanziati all’interno di questa tipologia formativa mirano all’acquisizione di competenze di base, trasversali o specialistiche o specializzazioni legate alle singole figure professionali

CHI PUÒ PARTECIPARE

I requisiti per l’iscrizione sono:

  • Ex lavoratori in somministrazione con 45 giorni di disoccupazione ed almeno 110 giornate di lavoro negli ultimi 12 mesi
  • Ex lavoratori al termine della procedura in Mancanza di Occasioni di Lavoro

Il beneficiario in possesso dei suddetti requisiti può (rivolgendosi a TEMPI MODERNI) usufruire del Diritto Mirato sulla base dell’offerta formativa proposta, entro 68 giorni dalla maturazione del requisito e solo una volta in un anno solare (365 giorni dalla data della presa in carico).

ATTIVITÀ E SERVIZI EROGABILI

L’Obiettivo dei percorsi formativi di diritto mirato è il miglioramento delle competenze dei lavoratori in somministrazione al fine di favorirne la spendibilità e il reinserimento nel mercato del lavoro

Il percorso prevede servizi di orientamento, bilancio di competenza e formazione:

  • Orientamento a lavoro – l’obiettivo è sviluppare un percorso teso ad aiutare le persone di qualunque età a costruire e/o ricostruire il proprio percorso professionale
  • Bilancio delle competenze – lo scopo è permettere ai beneficiari di conoscere meglio le proprie competenze, interessi, motivazioni, punti di forza e aree di miglioramento
  • Percorso di formazione (scelto da catalogo proposto) che sara’ comprensivo del modulo Diritti e Doveri dei lavoratori in somministrazione
  • Percorso finale avente per oggetto la ricerca attiva del lavoro

ATTIVITÀ E SERVIZI EROGABILI

L’Obiettivo dei percorsi formativi di diritto mirato è il miglioramento delle competenze dei lavoratori in somministrazione al fine di favorirne la spendibilità e il reinserimento nel mercato del lavoro

Il percorso prevede servizi di orientamento, bilancio di competenza e formazione:

  • Orientamento a lavoro – l’obiettivo è sviluppare un percorso teso ad aiutare le persone di qualunque età a costruire e/o ricostruire il proprio percorso professionale
  • Bilancio delle competenze – lo scopo è permettere ai beneficiari di conoscere meglio le proprie competenze, interessi, motivazioni, punti di forza e aree di miglioramento
  • Percorso di formazione (scelto da catalogo proposto) che sara’ comprensivo del modulo Diritti e Doveri dei lavoratori in somministrazione
  • Percorso finale avente per oggetto la ricerca attiva del lavoro

Elementi raccomandati